Il parere del Pediatra

————————————–————————————————————————-
————————————–————————————————————————-
————————————–————————————————————————-
————————————–————————————————————————-
—————————————————————————————————————

Il linguaggio della musica, come la lingua materna, dovrebbe entrare a far parte della vita del bambino fin dai primi giorni di vita. I Pediatri, attraverso il Programma nazionale Nati per la Musica, auspicano la messa in atto di pratiche educative musicali importanti per la formazione globale dell’individuo. Esiste infatti un rapporto diretto tra esperienza musicale e sviluppo neuropsicologico del bambino.

Sviluppare il “pensiero musicale”, la capacità di comprendere e perciò apprezzare profondamente la musica e portare al massimo livello di realizzazione la nostra innata musicalità è importante per tutti: per chi diventerà musicista e per chi sceglierà una strada e professione diversa. La pratica musicale è infatti tra le attività più adatte ad aiutare l’individuo nella propria formazione, nella costruzione di un equilibrio interiore e nella definizione di modalità di contatti positivi nei confronti del prossimo.

Share this Page