recensioni

recensione – «FORTE, piano, in un sussurro»

La “dinamica“: un fenomeno, un concetto importantissimo e non solo per la musica. La “dinamica” infatti fa la differenz’; è quell’universo di infinite sfumature che vanno dal niente all’estremo, dal pianissimo al fortissimo e che permettono di declinare e arricchire realtà musicali e non musicali. La dinamica si abbina al ‘timbro’ di una voce o di uno strumento (dolce, scuro, squillante, metallico, caldo, avvolgente) e assieme mettono a nostra disposizione una tavolozza espressiva infinita. Dobbiamo solo rendercene conto, in questo mondo un po’ urlato, un po’ mono-tono, in cui la velocità appiattisce ogni sfumatura e la fretta è amica solo della superficie, perdendo prospettive e profondità.La dinamica si impara da bambini, se chi ci accudisce la utilizza. Da neo-genitori una natura ancestrale ci spinge a sussurrare a quelle piccole delicate orecchie, assottigliando la nostra voce e addolcendo il suo timbro. Man mano che i bimbi crescono può capitare di arrivare anche agli urli: “PierinooOOO!!!”, ma l’importante è far tesoro di ogni esperienza e renderla coscienza.

Ecco dunque il nostro libro il cui titolo è proprio «FORTE, piano,in un sussurro». Indivisa è la paternità di testo illustrazioni, per due autori (Romana Romanyshyn e Andriy Lesiv) che hanno collaborato in sintonia con un eccellente risultato. L’approccio scientifico si annuncia subito, con la stilizzazione di onde sonore nella controcopertina e con l’emblematico: “All’inizio era il silenzio*”. Le frasi sono sintetiche e pregnanti, con un lavoro di intelligente cura che punta solo a ciò che è veramente essenziale; le figure sono accattivanti, spiritose, frizzanti nella loro fluorescenza, stilizzate e allo stesso tempo estremamente precise nella descrizione di organi, procedimenti, strumenti, fenomeni. L’orecchio in ascolto, gli strumenti, il corpo, i rumori quotidiani, la natura e la città, i mestieri della musica e molte curiosità, come la traduzione in decibel di una nevicata, il suono di una lingua e…. anche il silenzio di una lingua. L’ampio ventaglio di suoni e di possibilità conduce a riflettere sulla comunicazione e addirittura sugli eccessi di comunicazione, per tornare infine al silenzio, che solo ci permette l’ascolto e la scoperta del mondo oltre noi stessi. Nelle ultime pagine troviamo alcuni consigli, due proposte davvero particolari e la spiegazione di alcuni asterischi rosa: *.

Un libro da leggere con molto cura attenzione, pensato per dei bambini, ma interessante anche per gli adulti che li accompagnano.

FORTE, piano, in un sussurro
vincitore del Bologna Ragazzi Award 2018
Testo e illustrazioni: Romana Romanyshyn e Andriy Lesiv
Editore: Jaca Book. Collana: Ragazzi-Educational, 2018
ISBN: 978-88-16-57446-5
Età di lettura: dai 6 anni

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

COMMENTI:
Andriy Lesiv
Grazie mille!)
Art Studio Agrafka

#jacabook #fortepianoinunsussurro #romanaromanysgyn #andriylesiv #ascolto #libriperbambini #musicaperbambini #librimusicali #fisicadelsuono #educational

recensione – «Semplicemente Giacomo Puccini»

La parola “semplicemente” è la chiave di questo libro chiaro, diretto, sintetico e piacevole con cui grandi e piccoli possono avvicinarsi alla bellissima musica di Giacomo Puccini.

La sua autrice è una colta “guida turistica della Toscana”, ovvero qualcuno la cui missione è far apprezzare la bellezza. A chi? a tutti, appunto, infatti la specialità di Alexandra Onorato è quella di mettersi nei panni di chi non sa nemmeno bene cosa andrà a scoprire. Fidiamoci dunque e lasciamoci guidare tra le storie e i suoni della straordinaria musica di Puccini, leggendo, godendo delle illustrazioni di Roberto Zambaldo e ascoltando le arie pucciniane grazie ai QRcode disseminati tra le pagine.

Semplicemente Giacomo Puccini
Autrice: Alexandra Onorato
Illustrazioni: Roberto Zambaldo
Editore: Sillabe. Collana: Ascoltando s’impara, 2018
EAN: 9788833400464
Età di lettura: dagli 8 anni
Con QRcode e playlist

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

COMMENTI:

recensione – «Noi siamo tempesta»

«Noi siamo tempesta» di Michela Murgia, vincitore dei premi Elsa Morante Andersen 2019, è un libro straordinario.Il sottotitolo è «Storie senza eroe che hanno cambiato il mondo» e nella prefazione la scrittrice ci invita a considerare bellissime e mirabili imprese che sono state compiute non dal singollo, dall’eroe, dal vittorioso che annienta i nemici, ma da gruppi di persone che hanno saputo unire le loro intelligenze e il loro spirito di cooperazione, per creare qualcosa di grande.

Quando leggiamo la fiaba o il racconto della buonanotte ai nostri bambini, l’autrice si chiede: “Se, anziché farli addormentare sognandosi soli contro il mondo e l’uno contro l’altro, dessimo loro avventure dove diventare potenti insieme?”. Tali sono i 16 entusiasmanti racconti presentati in «Noi siamo tempesta», ispirati a fatti verissimi e poi reinventati nella scrittura che colora la narrazione di voci e immagini.

In questo quadro…. non poteva mancare la musica, arte “corale” per eccellenza, esempio di cooperazione al servizio del bello, di sincronia virtuosa ‘almeno’ nel momento di realizzarla, ma ovviamente con la speranza che questo spirito e questo esempio oltrepassi l’arte e si estenda definitivamente anche alla vita.

Ed ecco che la musica arriva, nel racconto “Sinfonia berlinese o di liberazione”, con il violoncello del grande Rostropovich che suona mentre cade il Muro di Berlino, a suggellare un momento unico di iniziativa collettiva e di rapida organizzazione per guadagnare un importantissimo tassello alla nostra libertà: tanti suoni come tante persone in un’azione coordinata e positiva.

Alla musica è dedicato poi l’episodio “La musica dentro” in cui si racconta, all’interno del mirabile Sistema di Cori e Orchestre infantili venezuelano, del “Coro de Manos Blancas” in cui le mani di bambini e bambine non udenti e con altre difficoltà si uniscono in armonia alle mani che agiscono sugli strumenti musicali dei loro coetanei. L’idea nacque dai collaboratori di José Antonio Abreu, Jhonny Gómez e Naybeth García, in un ambito di cooperazione divenuto così fertile e condiviso, da rendere quasi ovvia e necessaria l’idea di includere davvero tutti: anche coloro che non possono sentire con l’udito, ma possono sentire perfettamente con il cuore la bellezza della creazione collettiva e soprattutto possono partecipare alla sua realizzazione.
Piena di fantasia la scrittura di Michela Murgia, nel raccontare ciascuna delle dita di una mano…. perfino il mignolo che sembra non servire a niente “[…] eppure è lì e qualcosa vorrà pur dire. Siamo noi che non abbiamo ancora imparato ad ascoltare il mignolo”.

E ora torniamo un attimo alla copertina dove compare, a promemoria, un’indicazione aggiuntiva, un ‘post-it’ che pare una sfida, ma in cui sta una delle chiavi del successo: «Tanti. Insieme. Diversi» perché diverse teste, origini, costumi, abitudini, formazioni, semplicemente moltiplicano le possibilità di arrivare a ottime e inaspettate soluzioni.

In “Settanta volte sette” si racconta infatti dell’Orchestra di Piazza Vittorio, nata in un popolare quartiere romano, nella piazza di un grande variopinto e chiassoso mercato e messa in piedi con sacrifici ed entusiasmo. L’originalità è stata nella capacità di fondere in modo equanime la musica e il vissuto di persone provenienti da molti paesi. L’Orchestra, nata da puro spirito di condivisione di sentimenti, creatività e suoni, ha generato negli anni anche posti di lavoro e attività ed è un modello di integrazione e progresso in cui, ancora una volta, la musica si è dimostrata il potente motore.

Non bisogna mai dimenticare che “la vita […] ha un’armonia sempre corale” e se vogliamo raggiungere grandi risultati, dovremmo pensare a cercare e coinvolgere gli altri (il ‘prossimo’ si diceva….) in modo creativo, piuttosto che creare falsi miti unipersonali. Inoltre, come accade puntualmente nel miracolo (che, appunto, miracolo non è) della musica, “[…] la vita quotidiana è fatta […] di imprese mirabili compiute da persone del tutto comuni che hanno saputo mettersi insieme e fidarsi le une delle altre”.

Mstislav Rostropovich suona davanti al Muro di Berlino
https://www.youtube.com/watch?v=-Y0x1zt5PcM
https://www.youtube.com/watch?v=l3K0i46xmEk

Nei giorni della caduta del Muro, la musica fu protagonista in almeno due altre grandi occasioni. Venne organizzato un concerto rock nella Deutschlandhalle con tantissimi artisti, tra cui Udo Lindenberg, Ulla Meinecke, Konstantin Wecker, Joe Cocker, die Toten Hosen e altri, inoltre il 12 novembre i cittadini di Berlino Est furono invitati a un concerto apposta per loro, presso la celebre Philarmonie, su iniziativa spontanea dei Berliner Philharmoniker che in poche ore preparano con il direttore e pianista Daniel Barenboim un programma apposito: gli orchestrali ricordano ancora quel concerto come uno dei momenti più emozionanti della loro carriera.
https://berlinocacioepepemagazine.com/philharmonie-berlin/

Il concerto del 12.11.1989 dei Berliner Philharmoniker
https://www.youtube.com/watch?v=N8d_IH9q3gw

Coro de Manos Blancas
http://www.corodemanosblancas.org/index.php/es/home/

Claudio Abbado. The Other Voice of Music. Manos Blancas
https://www.youtube.com/watch?v=E4I0PjPH6mI

L’Orchestra di Piazza Vittorio (dal sito si possono ascoltare molti brani)
https://www.orchestrapiazzavittorio.it

L’orchestra di piazza Vittorio
https://www.youtube.com/watch?v=5jzl_oJccIo

L’Orchestra Di Piazza Vittorio – Sahara Blues
https://www.youtube.com/watch?v=BbG-B9lVLoQ&list=RDBbG-B9lVLoQ&start_radio=1&t=57

Noi siamo tempesta. Storie senza eroe che hanno cambiato il mondo.
Autrice: Michela Murgia | Illustrazioni: The World of the dot, con un fumetto di Paolo Bacilieri | Edizione Salani Editore 2019 | ISBN 978-88-9381-774-5| Età: dai 9 anni

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

COMMENTI:

recensione – «Crescendo»

Ho sfogliato una e due e tre volte questo libro, indagando e cercando, nelle tavole di Sanna e in quei “personaggi-forma” che si ripresentano trasformati, i pensieri dei loro autori sui perché e le tappe della vita. Molto viene raccontato anche nel CD, che non è fatto solo di piacevoli suoni, ma di pensiero e sentimento per raccontare una piccola misteriosa storia.

Quel bambino che sta per tuffarsi dallo scoglio e che poi ritroviamo nuotatore esperto, quel cavallino rampante, che poi vediamo correre accompagnato, quel gabbiano che ritroveremo a imbeccare i piccoli, quelle piantine che crescono e seminano, quella natura che ammira se stessa e trasforma una scogliera in ventre arrotondato, e la donna in mondo. Acquarelli delicati ed essenziali pieni di comunicativa.

Ascoltiamo assieme il CD: la tromba di Fresu arriva da lontano, con una base di effetti a sostenerla. Una grande suggestione emerge dal suono puro. Sono motivi “modali” (privi di un centro, di una tensione) sparsi, disseminati tra silenzi che permettono di assaporare con calma quanto udito.

Da questo momento assisteremo a una serie di eventi, tappe, momenti significativi (del CD? della vita), che vorrei indicarvi.

Minuto 8: la base si agita un poco e la tromba sceglie una tessitura più alta, e ancora un po’ di più, a sottolineare la scelta non casuale. A questa sorta di ‘presentazione’ segue una pienezza di suoni “doppi” acuti e gravi: sarà un dialogo a due? Come non pensarlo?!

Minuto 10: ecco un primo rispondersi: un “io dico”, “tu dici”: siamo in sintonia! e la base diventa un terreno per nuove proposte. La voce acuta si fa sempre più personale e audace e quella più grave pare più disposta a ’far posto’ all’altra e ad ascoltare.

Minuto 12.30: ancora un campanello e dall’ambito modale si passa al modo maggiore, si arriva a una “tonalità”, si approda a una forma e a un equilibrio, a qualcosa di familiare per tutti noi. E riprende il dialogo, ma questa volta è la voce più acuta che propone, mentre la voce più profonda passa a imitare.

Minuto 13: l’impasto si fa decisamente più ricco e pieno. Gli interventi sono molteplici ora: se ne perde il conto. Minuto 14 annunciato da campane doppie il dialogo a due si fa addirittura “proposta allargata”, forse verso coloro che saranno “gli altri”. Gli altri della nostra vita.

Minuto 15: quella base che era pura atmosfera è diventata un insieme corale, su cui si stagliano le voci singole.

Minuto 16: ed ecco che torna la quiete e si definisce un percorso melodico : : ed ecco che torna la quiete e si definisce un percorso melodico : la… si… do… // // do re mi // e risponde un ostinato, compare dunque un canone decifrabile e prevedibile, una regolarità, una quotidianità, un tempo che prima o poi doveva arrivare a scandire quell’infinito: // e risponde un ostinato, compare dunque un canone decifrabile e prevedibile, una regolarità, una quotidianità, un tempo che prima o poi doveva arrivare a scandire quell’infinito: do si la, do si la… e il dialogo diventa polifonia e (campanelli) impasto denso.

Minuto 17: la melodia punta a un fine, a uno scopo: : la melodia punta a un fine, a uno scopo: mi fa sol ….. LA: ecco l’arrivo dolce e sereno, un traguardo. E ancora l’ostinato… e infine la conclusione in maggiore come un sole che sorge tra il suono del mare e il verso dei gabbiani, in una sinestesia completa, che è sintesi di questo ‘libro’.

Crescendo
disegni: Alessandro Sanna; musica: Paolo Fresu | Gallucci editore 2016 | ISBN 978-88-6145-970-0

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «Conte incantate»

Sanno incantare piccini e grandi, le filastrocche di Sabrina Giarratana. Alla loro perfetta musicalità si aggiunge in questo cartonato Fatatrac la musica della Blue Penguin Vocal Band con la bellezza delle voci e gli arrangiamenti davvero originali, giocati tra onomatopee al servizio della musica, armonie sapienti, contrappunti e stili diversi.

Ma se per caso non aveste sempre modo di ascoltare anche il CD, darete la vostra voce alle filastrocche e basterà quella! e potrete percorrere i disegni di Paolo Domeniconi in cui gli animali che hanno abitato le pagine, nell’ultima si radunano tutti per salutare proprio Sabrina, che si allontana su una barchetta di carta piena di rime.

Quanta cura e ricchezza in questo “Conte incantate”: restano negli occhi e nel cuore, anche a libro chiuso, i colori, i suoni delle rime e il canto intonatissimo, partecipato ed espressivo.

Booktrailer di Conte Incantate: https://www.youtube.com/watch?v=MDnrXsSWXHQ

Recensione apparsa per la prima volta sulla pagina FB di Nati per la Musica – 8 giugno 2017
Maggiori informazioni sul sito: http://www.sabrinagiarratana.it/libri.html

Conte Incantate
Testi: Sabrina Giarratana | Illustrazioni: Paolo Domeniconi | Musiche, arrangiamenti ed esecuzione: Blue Penguin Vocal Band | Editrice: Fatatrac | Anno: 2013 | ISBN: 978-88-8222-312-0 | Età: 3-6

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «Una giornata in musica»

Dietro alla grafica leggera, gioiosa e ordinata, piacevolissima nei disegni espressivi di Francesca Carabelli, si nasconde una montagna di lavoro, di conoscenze pedagogiche e musicali, di sperimentazioni, di musica studiata, scelta accuratamente, composta, arrangiata e infine interpretata dalle due autrici e da un gruppo di musicisti… che si intuisce essere più di un insieme di semplici colleghi e professionisti.

Una giornata in musica” sono 3 libri ciascuno dei quali è equamente suddiviso: 11 brani con, alternate, una doppia facciata per i bambini e una per i genitori o chi si occupa di loro. L’igiene personale – il lavare – l’acqua da usare e da non sprecare (in: “Puliti, Puliti!”), la cucina e l’alimentazione – la tradizione – la soddisfazione del ‘fare’ in prima persona (in: “In cucina”), le emozioni da interpretare ancor prima che pensare a contenerle – le burrasche e gli affetti – l’autocontrollo che deve essere dei genitori, se si vuole insegnarlo ai bambini (in “Capricci e coccole”), sono temi trattati attraverso quel mezzo impalpabile, potente e positivo che è la musica.

Belle le canzoni e le rime scritte da Alessandra Auditore e Francesca Bottone: chiare, dirette e precise nei contenuti, ma spiritose e leggere, con il verso che scorre facile e spontaneo (alla maniera di Lina Schwarz) e con la memoria di alcuni grandi cantautori del nostro tempo. Belle le scelte musicali, le composizioni originali e gli arrangiamenti (sempre di Alessandra Auditore e Francesca Bottone; in alcuni casi di Cesare Grossi e in un caso di Gianluca Polizzi e di Eduardo Lattes). Bello e innovativo il progetto, che propone vari stili (rock, jazz, reggae, salsa, popolare…), i timbri di moltissimi strumenti, giochi ritmici, curiosi espedienti sonori, onomatopee e voci cantate femminili e maschili, tra cui quella del più piccolo della compagnia: l’intonatissimo Federico Razeti.

È in questa architettura precisa, in cui le alternanze e le diversità degli ascolti sono state così ben soppesate, che si incastonano dei brani di musica classica, come ad aprire una finestra su un mondo possibile, interessante e accessibile: Grieg, Händel, Telemanm e Corelli; due dei quali, Händel con la Water Music (musica sull’acqua) e Telemann con la Tafelmusik (musica da tavola) scelti per la loro appartenenza ai temi principali dei libri.

Le pagine riservate ai genitori propongono suggerimenti su come comportarsi nei momenti di crisi, scoprendo proprio l’opportunità di “volgere in musica”, in danza, in canto, in gioco e in relazione, ogni difficoltà. Vi si trovano poi cenni sugli strumenti, sul tipo di musica, sulle epoche e sulle composizioni, modalità di ascolto attivo e di gioco creativo. In questo senso, oltre alle tracce complete, se ne troveranno altre, nel CD o sul sito cui si accede molto comodamente con QRcode, in cui resta solo la parte strumentale di alcune canzoni: da ascoltare come tali o con le quali interagire, aggiungendo la propria voce.

Hanno prestato all’impresa la loro passione, divertimento e perizia gli ottimi musicisti: Cesare Grossi, Gianluca Polizzi, Edoardo Lattes, Michele Razeti, Federico Razeti, Davide Bottone, Eugenia Mar Amisano, Roberto Tiranti, Olmo Andrés Manzano Añorve, Karin Selva, Daria Anufrieva, Davide Stefanelli, Filippo Gambetta, Antonio Capelli, Francesca Ricciardi, Mattia Parenti, Riccardo Barbera, Stefano Guazzo, Mario Martini, Raffaele Bottone, Serena Auditore, Le Bandidas e Renato Campajola.

Collana: Una giornata in musica
Età: da 2 anni (e per i genitori: dalla nascita!)

– In cucina
Autore: Alessandra Auditore, Francesca Bottone | Illustratore: Francesca Carabelli | Con CD Audio e Playlist online | Edizioni Curci (EC11973) 2017 | ISBN: 9788863952414
Presentazione, Video, Audio, Anteprima, etc.

– Puliti, puliti!
Autore: Alessandra Auditore, Francesca Bottone |
Illustratore: Francesca Carabelli
Con CD Audio e Playlist online
Edizioni Curci (EC11974) 2017
ISBN: 9788863952421
Presentazione, Video, Audio, Anteprima, etc. 

– Capricci e coccole
Autore: Alessandra Auditore, Francesca Bottone
Illustratore: Francesca Carabelli
Con CD Audio e Playlist online
Edizioni Curci (EC11975) 2017
ISBN: 9788863952438
Presentazione, Video, Audio, Anteprima, etc. 

– In viaggio
Autore: Alessandra Auditore, Francesca Bottone
Illustratore: Francesca Carabelli
Con CD Audio e Playlist online
Edizioni Curci (EC12142) 2019
ISBN: 9788863952964

Presentazione, Video, Audio, Anteprima, etc.

– Buongiorno / Buonanotte
Autore: Alessandra Auditore, Francesca Bottone
Illustratore: Francesca Carabelli
Con CD Audio e Playlist online
Edizioni Curci (EC12143) 2019
ISBN: 9788863952971

Presentazione, Video, Audio, Anteprima, etc.

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

Commenti:
– Elisabetta Senesi: La signora Anna Cattoretti, che ha scritto la recensione dei tre libri, “In cucina”, “Capricci e coccole”, “Puliti puliti”, ha fatto un grosso complimento alle autrici Alessandra Auditore e Francesca Bottone accostando la scorrevolezza e la spontaneità dei loro versi a quelli di Lina Schwarz. Lina Schwarz è una poetessa e scrittrice veronese vissuta nella prima metà del ‘900. A causa della guerra si trasferì ad Arcisate, in provincia di Varese, ma dovette poi riparare in Svizzera per sfuggire alle persecuzioni contro gli ebrei. E’ l’autrice, tra l’altro, della famosa canzoncina per bambini “Stella stellina”. Complimenti ad Alessandra Auditore ed a Francesca Bottone. Un “bravo!” ad ognuno dei partecipanti alla realizzazione del progetto “Una giornata in musica” ed, in particolare, al più piccolo della compagnia, Federico, per la sua magistrale interpretazione.
– Anna Cattoretti Mpb: Grazie a Elisabetta Senesi di aver raccontato di Lina Schwarz! è stata una capostipite, una poetessa che ha saputo unire pedagogia (per cui aveva intuito finissimo e conoscenze) e poesia e anche musica (e da qui anche l’accostamento con le due autrici… ).
Un esempio:
Zuccone / Ho detto di no / e non lo farò! / Che se per natura / la testa l’ho dura, / cambiar non si può, / ho detto di no. / Ho detto di sì, / e voglio così! / Ché sono capace, / se questo mi piace,
di star tutto il dì / a dire di sì.
Diverse poesie di Lina Schwarz si possono leggere sul sito: https://www.filastrocche.it/…/filastrocche-di-lina…/
– Bruno Auditore: Li ho letti, li ho sentiti e sono entusiasticamente meravigliato! Complimenti alle Autrici!
– Luisa Di Laus: Brava Francesca Che bella proposta!!!
– Enrica Olivieri: Grazie a mio figlio olmo li ho conosciuti …ascoltati insieme ai nipotini. ..” usati” al nido di infanzia dove lavoro con grande piacere e divertendoci …un sacco !! Molto curati per la scelta dei brani musicali e proprio validi !!! Bravi a tutti coloro che li hanno …creati !!!

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

recensione – «***»

 

recensione di Anna Cattoretti – Musica per Bambini www.musicaperbambini.eu
comparsa su Facebook

 

Share this Page